Martini: ”Presto in Consiglio dei ministri la ratifica della Convenzione Onu”

L’annuncio del sottosegretario alla Salute: ”Il ddl all’esame del governo forse già venerdì prossimo, e comunque entro la fine dell’anno”. Pressing anche dal presidente della Camera Fini: ”Anche il Parlamento dia ok in tempi brevi”


ROMA – Il Consiglio dei ministri esaminerà “molto presto, forse già venerdì prossimo e comunque certamente entro la fine dell’anno” il disegno di legge di ratifica della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità. Ad annunciarlo è il sottosegretario alla Salute Francesca Martini, intervenuta a Roma al convegno organizzato dal Consiglio italiano dei disabili per i rapporti con l’Unione europea (CidUe) sulle “conquiste e sfide per le persone con disabilità a 60 anni dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani”. “Ho parlato poco istanti fa con il ministro Sacconi – afferma Martini – che mi ha confermato che il disegno di legge di ratifica della Convenzione è prossimo a giungere all’esame del Consiglio dei ministri, forse già nella riunione prevista per venerdì 28 novembre, o immediatamente dopo. In ogni caso – precisa il sottosegretario – sono certa che l’approvazione del disegno di legge avverrà entro la fine dell’anno”.

Perché la ratifica diventi operativa, dopo il via libera del governo il disegno di legge dovrà essere esaminato ed approvato anche dal Parlamento. Al riguardo, in un messaggio inviato agli organizzatori del convegno, tenutosi a Palazzo Marini, il presidente della Camera Gianfranco Fini ha espresso l’auspicio che “non appena il disegno di legge di ratifica sarà presentato alle Camere, queste possano garantirne l’approvazione nel minor tempo possibile”, affinché possa essere compiuto un ulteriore passo avanti per “abbattere le frontiere dell’esclusione sociale e garantire uguale dignità e parità delle persone con disabilità”.

Il disegno di legge di ratifica della Convenzione Onu, entrata in vigore lo scorso 3 maggio, arriverà dunque in Consiglio dei ministri quasi in coincidenza con la Giornata internazionale delle persone disabili, in programma per il prossimo 3 dicembre. La Convenzione Onu, approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre 2006, era stata sottoscritta dall’Italia il 30 marzo 2007, a New York: la firma italiana fu apposta dall’allora ministro della Solidarietà Sociale Paolo Ferrero. Il governo allora in carica approvò il disegno di ratifica della Convenzione nel dicembre 2007, ma la caduta del governo Prodi e il successivo scioglimento delle Camere impedì che il Parlamento procedesse all’approvazione definitivo. Ora, l’iter verso la ratifica della Convenzione riparte. (ska)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.