”Perché il comune non istituisce la Commissione antimafia?”: petizione a Milano

In poche ore già cento adesioni alla raccolta firme organizzata da Libera. Ne servono cinquecento. Ramoni (Libera): ”Da tempo la società civile e le forze politiche ne chiedono l’istituzione, ma il comune non risponde”

MILANO – Servono cinquecento firme per presentare un’interrogazione di iniziativa popolare al Comune di Milano “per chiedere al Consiglio comunale perché non ha ancora istituito una Commissione antimafia”, spiega Ilaria Ramoni, rappresentate dell’associazione Libera a Milano e provincia. La raccolta firme è iniziata ieri e, nelle prime 24 ore, hanno già aderito un centinaio di persone.

“È da diverso tempo che a Milano la società civile e le forze politiche chiedono l’istituzione di una Commissione speciale d’inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata -aggiunge Ilaria Ramoni- ma il comune non risponde a queste sollecitazioni. Vogliamo capire perché”.

L’infiltrazione e la presenza massiccia di soggetti legati alla ‘ndrangheta sono realtà ben consolidate a Milano e in Lombardia, come dimostra la relazione, approvata all’unanimità il 19 febbraio 2008, dalla “Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata mafiosa o similare”. In questo documento si mette in evidenza come “Milano e la Lombardia rappresentano la metafora della ramificazione molecolare della ‘ndrangheta in tutto il Nord” e si sofferma a descrivere la situazione di alcuni quartieri della città, come Quarto Oggiaro “vera e propria zona franca per l’illegalità, con 700 delle 4 mila case popolari gestite dalla Aler, l’ente comunale milanese che amministra il patrimonio edilizio pubblico, occupate abusivamente e con l’accesso controllato direttamente dagli uomini della ‘ndrangheta”.

Libera vorrebbe raccogliere le firme necessarie entro un paio di settimane, per poter presentare l’interrogazione entro il 20 dicembre e avere una risposta da Palazzo Marino intorno a metà gennaio. “Ma il nostro obiettivo è superare quota 500 adesioni -conclude Ilaria Ramoni- chi volesse aderire può mandarci una mail all’indirizzo milano@libera.it (is)

Clip to Evernote

Leave a Reply

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.