Nasce ”Superhando” per il reinserimento dei disabili

Finanziato con circa otto milioni di euro, il centro sorgerà nei pressi di un’area nuragica a Settimo San Pietro nel cagliaritano. Oltre ai normali servizi di riabilitazione e affiancamento dei disabili, anche laboratori e attività formative

CAGLIARI – Un nuovo centro per sconfiggere le disabilità. Si chiama “SuperHando” il progetto da otto milioni di euro che nascerà a Settimo San Pietro, nel Cagliaritano, che vuole diventare un luogo di integrazione per i portatori d’handicap, ma offrendo anche un ventaglio di servizi per centinaia di utenti che vivono nell”intera area vasta metropolitana (zona dove risiede un terzo della popolazione sarda). SuperHando verrà costruito in un’area vicino alla zona nuragica di Cuccuru Nuraxi, a pochi metri dal percorso della nascente metropolitana leggera. Niente scale o ascensori, il complesso sarà accessibile ovunque grazie ad un sistema di rampe. All’interno funzioneranno due centri: un servizio diurno rivolto per la socializzazione dei disabili, con anche laboratori e programmi di formazione individuali, e un secondo servizio per la riabilitazione (specifico per chi deve recuperare magari dopo gravi traumi).

“SuperHando – spiega Costantino Palmas, sindaco di Settimo San Pietro – risponde ai bisogni delle persone in un sistema di risorse e di reti clinico-terapeutiche, psico-sociali e solidaristiche. Una grande conquista per tutto il territorio con estensione anche ad ambito regionale”. Ideato grazie ad un protocollo d’intesa con la Regione, il centro “Superhando” rappresenta un progetto pilota nel settore dei servizi alle persone con disabilità e potrà costituire – secondo i vertici dell’assessorato alla Sanità – il primo nucleo di un polo di eccellenza con “l’offerta di servizi abilitanti e riabilitanti finalizzati al superamento dell’handicap e dello svantaggio sociale e per il recupero dell’autonomia”. (fp)

Leave a Reply

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.