”Fatevi una foto per dire stop all’assedio di Gaza”: appello su Facebook

L’europarlamentare Luisa Morgantini lancia la campagna ”Diamo un volto al nostro dissenso”. La Cgil dell’Emilia Romagna: ”Fermiamo il massacro”. Manifestazioni e sit-in oggi a Bologna e Firenze

BOLOGNA – Una foto per metterci la faccia e dire “Stop all’assedio di Gaza”. È l’appello lanciato da Luisa Morgantini, vicepresidente del Parlamento europeo, e ripreso in questi giorni da varie associazioni italiane e internazionali, mentre sulla Striscia palestinese continuano i raid di Israele e i morti sono già oltre 300. La richiesta è di non rimanere in silenzio “contro la brutale punizione collettiva che sta subendo la popolazione civile di Gaza”.

Per questo, in sostegno alla campagna internazionale “End the siege”, Morgantini invita donne e uomini che hanno a cuore la pace a farsi fotografare mostrando un cartello con la scritta “Stop all’assedio di Gaza”: la vicepresidente lo ha già fatto a Bruxelles, coinvolgendo europarlamentari, assistenti, funzionari e visitatori del Parlamento Ue, e ha messo 250 scatti sul suo sito web. “Una testimonianza – dice il suo appello – per esprimere il nostro dissenso contro l’isolamento e l’oppressione della popolazione civile palestinese. Chiunque può partecipare facendosi fotografare, nelle piazze e nei luoghi di lavoro ma anche nel privato, in famiglia, da soli con un autoscatto: “Le immagini raccolte saranno una testimonianza della nostra solidarietà a Gaza e di una mobilitazione permanente per sensibilizzare l’opinione pubblica, i governi, le agenzie politiche internazionali”. Una campagna più che mai urgente mentre è in corso la sanguinosa controffensiva israeliana, dopo i lanci da razzi sulle città del Negev da parte di Ezzedin Al Kassam, il braccio armato del movimento islamista palestinese.

A Bologna, in questi giorni, l’appello è stato rilanciato anche su Facebook da Roberto Morgantini, dell’Ufficio stranieri della Cgil, che invita centinaia di contatti del social network a sostituire la propria foto con l’immagine di un ragazzo palestinese e uno israeliano che camminano abbracciati. Ciascuno, inoltre, può inviare la propria immagine con un cartello contro l’assedio di Gaza a vari indirizzi mail: scattocontroassedio@gmail.com, luisa.morgantini@europarl.europa.eu, Roberto_Morgantini@er.cgil.it. Dal Dipartimento internazionale della Cgil dell’Emilia-Romagna e dalla Camera del lavoro di Bologna arriva l’invito a “sostenere la resistenza popolare della società civile palestinese e dei pacifisti israeliani che si oppongono all’occupazione”.

Un presidio con sit-in per “fermare la strage a Gaza” si tiene oggi pomeriggio a Bologna, in piazza Nettuno alle 16, organizzato dal locale Comitato Palestina. Un’analoga iniziativa è in programma a Firenze, alle 16 in piazza della Repubblica, dove ci sarà anche un collegamento telefonico da Gaza con Vittorio Arrigoni, operatore di pace impegnato come volontario internazionale nel territorio della Striscia. (lb)

Clip to Evernote

Leave a Reply

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.