Cosenza, parte il servizio di trasporto per i malati di sclerosi multipla

Il comune accoglie la proposta di Mgg Italia, azienda che raccoglie pubblicità per progetti solidali. Tra sei mesi un Fiat Ducato sarà al servizio dell’Aism. Già oltre 500 mezzi circolano in Italia

COSENZA – È stato presentato a Cosenza il progetto, patrocinato dal comune, per la mobilità garantita gratuita per gli ammalati di sclerosi multipla. La presidente provinciale dell’Aism, Anna Flaminia Batta Veltri, intervenendo nel corso della presentazione, ha sostenuto che “sono oltre seicento i sofferenti di sclerosi multipla in provincia di Cosenza. Anche per loro lavora incessantemente la ricerca scientifica, ma, intanto, agli ammalati va assicurata una accettabile qualità di vita. Potersi spostare con facilità, raggiungere il posto di lavoro, o un teatro o il parrucchiere è molto importante per chi convive con una malattia altamente invalidante”. Come non cogliere al volo, dunque, la proposta di un’azienda, la Mgg Italia, che da tempo lavora sul fronte della raccolta pubblicitaria mirata a progetti solidali.

In questo caso, si tratta di assicurare gratuitamente all’Aism un mezzo, un Fiat Ducato per la precisione, adibito al trasporto delle persone, facendo sì che ad accollarsene il costo siano aziende locali attraverso inserzioni pubblicitarie da inserire in bella vista sullo stesso mezzo. Antonio Isgrò, rappresentante dell’Mgg per la Sicilia e la Calabria, ha detto che “già oltre 500 mezzi del genere circolano in Italia, a servizio della mobilità dei disabili, a costo zero per comuni e associazioni”. Il risultato è duplice: le persone disabili hanno a loro disposizione un servizio prezioso; le aziende si fanno conoscere sulla scia dei percorsi che i mezzi compiono ogni giorno per portare le persone disabili per tutta la città. “Un progetto che ha subito attirato la nostra attenzione – ha detto l’assessore comunale al Welfare Alessandra La Valle – ed al quale non potevamo far mancare il sostegno di un’amministrazione che ha tra i suoi punti prioritari le politiche sociali”.

Il sindaco di Cosenza Salvatore Perugini ha affermato: “Si tratta di una iniziativa seria che vede in Italia l’adesione anche dell’Anci, dell’Unione delle Province italiane, della Conferenza dei presidenti delle regioni e delle province. Siamo lieti di sostenerla – ha evidenziato ancora Perugini – perché anche questo deve fare un comune quando, come accade di questi tempi, non tutto si può ottenere con interventi diretti. In questo caso, è essenziale il coinvolgimento delle aziende produttive ma anche di istituzioni come Confindustria o Camera di Commercio”. Il primo cittadino di Cosenza a tutti loro ha lanciato un appello alla partecipazione chiedendo che non si sottraggano a questo circuito di solidarietà, al di là dei vantaggi che comunque ne ricaveranno. Nello specifico se ci sarà uno sforzo corale, il mezzo a disposizione dell’Aism potrà concretizzarsi anche prima dei sei mesi previsti”. (msc)

Leave a Reply

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.