“Radio Oltre”, sul web una nuova voce per ipovedenti

Da gennaio sede attrezzata e nuovi programmi per la web radio dell’Istituto dei ciechi Cavazza di Bologna. Informazione e disabilità: le conclusioni dell’ultima giornata di Handimatica

BOLOGNA – Si chiama “Radio Oltre”, e da gennaio crescerà e potenzierà le trasmissioni. La web radio dell’Istituto dei ciechi di Bologna “Francesco Cavazza” trasmetterà da un nuovo studio e arricchirà i programmi, iniziati in via sperimentale un anno e mezzo fa sul sito internet della radio www.radiooltre.it, dove è possibile ascoltare le trasmissioni in streaming, in diretta, oppure dal podcast, scaricandole dall’archivio. La redazione si sposterà in uno studio attrezzato professionalmente con una stanza di regia e due di registrazione, per trasmettere quotidianamente programmi di musica, cultura e informazione sulla disabilità e non solo.

La realtà delle web radio, che si ascoltano attraverso internet, è stata al centro di un incontro nella giornata conclusiva di “Handimatica”, la fiera sulle tecnologie per le disabilità tenutasi a Bologna da giovedì a sabato scorso. Il dibattito ha voluto fotografare la realtà in crescita delle radio on line come strumento di partecipazione delle persone con disabilità. “Vogliamo puntare su un progetto di nicchia, che dia spazio e voce a tematiche altrimenti ignorate – afferma Mario Barbuto, direttore dell’ Istituto “Francesco Cavazza” -, senza però rinchiuderci in noi stessi. Il nostro intento è quello di realizzare uno strumento dinamico, capace di accrescere l’informazione e le conoscenze relative al settore della disabilità visiva, ma anche della disabilità in generale”.

Il progetto Radio Oltre coinvolge una quindicina di persone che collaborano alla creazione dei programmi e altre cinque persone che invece si occupano della parte tecnica della trasmissione via web e anche dell’organizzazione del palinsesto. La web radio dell’Istituto Cavazza trasmette anche il notiziario di Popolare Network, e ha tra i suoi primi obiettivi quello di fornire informazioni sui servizi e sugli ausili per i non vedenti e anche per le persone con altre disabilità. Tra i programmi con più seguito ci sono “Sportissimo” e “Acusticamente”, rassegna di cantautori e musicisti con disabilità che quest’anno ha proposto un tributo a Ray Charles. Molto importanti sono anche le serate di lettura, nelle quali vengono letti ad alta voce alcuni romanzi. “Tra gli obiettivi abbiamo anche quello di valorizzare nuovi talenti musicali – ha detto il direttore Barbuto -, dando spazio ai musicisti emergenti”. L’ambizione degli organizzatori di Radio Oltre è anche di offrire nuove opportunità di lavoro integrative per non vedenti, come per esempio il tecnico di regia, il redattore o il conduttore.

All’incontro di Handimatica ha partecipato anche Cristina Lasagni, direttrice della trasmissione “Psicoradio”, che va in onda ogni settimana sulle frequenze di Popolare Network e su quelle di Radio Città del capo, emittente bolognese. “Psicoradio” è realizzata da persone con disagio psichico ed è sia una trasmissione che un corso professionale per imparare a scrivere, condurre e dirigere un programma radiofonico. Francesco Levantini, presidente di Internettabile onlus, ha raccontato invece l’esperienza di “Pulsante radio web”, un’altra emittente che trasmette via internet. “Crediamo che questa tecnologia possa coinvolgere le persone con disabilità e aiutarle molto a partecipare e a condividere le loro esperienze”. (cr)

Clip to Evernote

Leave a Reply

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.